Lezione 5 - Lesiun 5

(prima parte - prma prt)

VERBI ( prima parte)

 

 

la parte variabile del discorso che esprime l'azione compiuta dal soggetto.

Vi sono, come nellitaliano, quattro modi verbali finiti, lindicativo, il congiuntivo, il condizionale e limperativo, e tre modi infiniti, linfinito, il gerundio ed il participio.

 

 

Modo infinito

 

Linfinito la forma del verbo che si trova nei vocabolari, e ne distingue lappartenenza, a seconda della desinenza allinfinito, ad una coniugazione.

Esistono tre principali coniugazioni verbali:

 

la prima (desinenza -r accentata),

la seconda (desinenza -er non accentata)

la terza (desinenza -r).

 

 

Modo indicativo

 

Lindicativo ha tre tempi, ossia il presente, limperfetto ed il futuro; inoltre vi sono i tre tempi composti, che sono passato prossimo (presente + participio passato), trapassato (imperfetto + participio passato) e futuro anteriore (futuro + participio passato).

 

Forma interrogativa:


nella forma interrogativa del verbo
(Modi Indicativo e Condizionale), i Pronomi personali soggetti si pospongono al verbo,

se questo coniugato in tempo semplice. Si collocano, invece, tra lausiliare e il participio passato, se il verbo coniugato in tempo composto.

 

Nel Modo Congiuntivo, la forma interrogativa si ottiene aggiungendo semplicemente il punto interrogativo alla forma affermativa. Sar lintonazione della voce a determinare la differenza tra le due forme. Ci vale anche per lInfinito e il Gerundio.

Forma negativa:


- Si ottiene anteponendo al verbo la negazione an, n, preceduta dai Pronomi Personali.

es.:
Nuter a
n cantm ma - Noi non cantiamo
L
ōr i (a) n sn ma - Essi non sanno

- Spesso la forma negativa si completa con un avverbio negativo come:
ma, gnnt, gnnch, mi, pi, posposto al verbo,

che ha anche funzione di rafforzativo della forma negativa stessa.

es.:
An mgn ma - Non mangio
T
n cnt mai - Non canti mai
L al
n scrv pi - Non scrive pi
Vuter a
n salt pi - Non saltate pi
A
n pghen gnnt. - Non pagano niente

 

- Ci vale sia per i tempi semplici che per quelli composti, ricordando che, con questi ultimi, gli avverbi negativi si pongono tra lAusiliare e il Participio Passato.

es.:

An n ma vr - Non ho voluto affatto
An gh sm pi and - Non ci siamo mica andati

- Fa eccezione lavverbio
gnnt.

es.:
An n magn gnnt - Non ha mangiato niente

 

- Se il verbo comincia per vocale, la negazione raddoppia.

es.:

An nandva pi - Non andava pi
I
n n n pi un sld - Non hanno pi un soldo

- NellImperativo presente, la 2 persona singolare negativa ha la stessa forma dellInfinito, come del resto avviene anche in italiano.

es.:
An crder! - Non credere!

 

Forma interrogativa-negativa:


Si ottiene associando la forma interrogativa agli elementi della negazione, come appare dagli esempi che seguono:

An magnaria gnnt? - Non manger niente?
An vndel pi? - Non vende pi?
Nt incra salt? - Non hai ancora saltato?
T
n l ma cumpr? - Non lhai comperato?
I
n nal savven? - Non lo sapevano?

 

Coniugazione passiva


Sono passivi i verbi che esprimono unazione subita dal soggetto.
Possono avere forma passiva solo i verbi transitivi.
La coniugazione passiva si realizza unendo lausiliare Essere al Participio Passato del verbo che si vuole coniugare.

es.:

 

 

 

Forma attiva

 

Forma passiva

 

Reggiano

Italiano

Reggiano

Italiano

m a vnd

io vendo

m a sn vind

io sono venduto

l larcurdva

egli ricordava

l lēra arcurd

egli era ricordato

vuter a sint

voi sentite

vuter a s sint

voi siete sentiti

t vinsrs t (fem.)

vinceresti

t srs vinta

tu saresti vinta

 

 

 

Coniugazione riflessiva



Sono riflessivi i verbi che esprimono unazione che ricade sul soggetto. Possono essere riflessivi solo i verbi transitivi.

es.:

 

 

 

REGGIANO

ITALIANO

m (a)'m lv tt i d

io mi lavo tutti i giorni

m (a) 'm lēv tt i d

io mi alzo tutti i giorni

lē l' as mt a sēder

lei si mette a sedere

vuter and a lughrov

voi andate a nascondervi

i se bznten simper

essi si ungono sempre.

 

 

Note generali:

 

- Nella 1 persona singolare m a quando il verbo comincia con a si elide il verbo; si interpone la j eufonica quando il verbo inizia con la o o con la e e solo nel congiuntivo quando il verbo comincia per a

- La 2 persona singolare, usa facoltativamente sia t t ( t) che t t (t) quando il verbo comincia per consonante.
- La consuetudine limita luso del
Trapassato Remoto che si preferisce sostituire col Trapassato Prossimo.

 

Lezioni

Verbi

Grammatica

Prima pagina

seconda parte