Rispsti

(secnda prt)

Salve! Avrei bisogno di sapere come si scrive correttamente nel nostro dialetto questa frase: al pret ch' al zugeva cun la vesta (il prete che giocava con la veste).

Grazie!

 

Salve,

la frase si scrive cos:

"Al prēt ch' al zughva cun la vsta". 

Salve,
La disturbo nuovamente per una curiosit sempre relativa ad una parola; la parola in questione ruzzolare riferita ad una moneta o altro e vorrei sapere se esiste il termine dialettale di questa parola.
Grazie
Luigi

 

Salve Luigi,

nessun disturbo. Certo che in reggiano esite il verbo ruzzolare ed "ruzlr", si dice: "a's rzla" per dire "si tira avanti" o "si ruzzola", di una persona totalmente tonta si dice: "l' tnt cjoun ch' al rzla"; come esiste "ruzlun" per capitombolo da cui "andr in ruzlun"

Vorrei sapere la traduzione in reggiano di:
Tieni duro, sei sempre il pi' forte
 

Eccola qua:

 

"Tn bta, t' simp'r al pi frt!"

Salve

so che per dire in dialetto

"togliti la voglia" si dice "chevet la voja"

ma come si scrive "chevet" per far s che non si legga "ce" (come cheva=chiave)?

grazie in anticipo per la risposta

Paolo

 

Salve Paolo,

per chiarezza "che" e "ce" in reggiano si pronunciano come gli italiani "che" e "ce" ossia il primo con il suono duro della "k" seguita da "e" e il secondo con il suono dolce della "c" seguita dalla "e", perci "togliti" si traduce in "chvet" e "chiave" in "cva".

 

La frase "Togliti la voglia" si traduce in reggiano "Chvet la vja".

E come si dice
Spero tutto bene,ti aspettiamo
Grazie

Paolo

 

La frase si traduce cos: "A spēr che vga tt bin, a te spetm"

Buna sīra! A vriva dir ch' al sō st l' propria fat bin, m a Sun zōven (vintedū an) e a ved che sta una certa et nisun l' pi bun ed druvr al dialt (gnan m a Sun granch brv mo a gh' da dr grsia a m nna che prma ed carpr la ml' insgn) quindi al s lavōr ed mantenimint dla nostra vcia lngua am fa propria piazēr. A srs cuntint ed scrver quel da zuntr al s st mo an so propria mia sa scrver. A srs anca curiōs ed Saver chi sīv e in d st, m a sun ed Rundanra ed Vian. Sicuramint in cla ltra ch a i o fat un sac d'erōr, mo a io pruv anca a ciapr i acint.

 

Buna giurnda,  

alōra a fgh subt un ft a 't curēz al scrt ch' t m' mand acs t vd in d andrn ms j acint:

 

Buna sra! A vrva dr che al s st l' prpia ft bin, m a sn zōven (vinted n) e a vd che sta 'na crt' et nisn l' pi bun ed druvr al dialt (gnn m a sn mia tnt brv m a gh' da dr grsia a m nna che prma ed cherpr l' am l' insgn) dunca al s lavōr ed cunservr la nstra vcia lngua am fa prpria piazēr. A sr cuntint de scrver qul da zuntr al st m an s mia se scrver. A sr curiōş ed savir chi s e in d st, m a sn ed Rundanra ed Vin. Sicuramint in cla ltra ch a j ft un sch 'd erōr, m a j pruv nch a ciapr j acint.

 

Csta l' la t ltra scrta cme l'ar scrta m, in tt al manēri t' ft un bun lavōr cuntnva a scrver. Per imparr la nstra lngua lēz di lber in arşn, gh' nca di vocabolri e per fr alenamint t pō scrver per cnt tvo nca dal cretindi, p pch a la vlta e in pch timp t vedr che nca t a t' sr bun de screvr bin. Vdet l' cme imparr 'na lngua nōva cme al franciş o l'ingliş sōl che ch an gh' mia di tst ed gramtica uficl, int al m st int la pgina "Grammatica" a gh' un quelin ch' a j ms insm int al cōrs ed j n, l a gh 'na buna partinsa ed gramtica arşna. P s't vō vder ed j ter scrt int la nstra lngua va insm a la Wikipedia in emilin (v ch: (https://eml.wikipedia.org/wiki/Categoria:Arzn') l' insm a j ft quşi quatersin pgini in arşn, tra chiter lavōr a gh ' nca la stria ed tt i quarantesnch cmn ed la nstra pruvncia.

M a stgh a Rz precişamint a Ss e sn un p (dimndi) pi vc che t: a n' muc 'n stantina.

P'r ads t salt, s't gh' bişgn t s in d catrom.

Gentilissimi, 

complimenti per il vostro bellissimo sito.

Avrei alcuni dubbi...

1) come si scrive "poverino il dottore" ?

2)come si scrive correttamente questa frase: "Cun cl fil şbande ch l' as ritrvi... M bign bign... St ragasōl disgrasie..." ?

grazie

Francesco

 

Salve Francesco,

grazie dei complimenti per il sito.

1) "poverino il dottore" si scrive cos: "Puvrin al dutōr"

 

2) la frase si scrive correttamente cos: "Cun cl fiōl şband ch' la 's arcta (o ch' la 's cta)... M bin bin... St ragasōl desgrasi..."

Cosa si gode nella vita?
Grazie Fulvia

 

Salve Fulvia,

questa la traduzione letterale della frase inviata:

 

"Cs 's gd int la vta?"

Cortesemente potreste correggermi, sicuramente gli accenti sono sbagliati queste 2 parole nel dialetto reggiano:

Polvra ed Sca 

Grazie!!!

 

Questa la frase con gli accenti e corretta:

"Pōlvra 'd Sca"

La parola "magnan" vuol dire biscia o serpente? 

 

Non precisamente, "magnn" in reggiano non vuol dire n "biscia" n "serpente" in modo generico ma serve ad indicare il Biacco (nome scientifico "Hierophis viridiflavus") o anche il Saettone (nome scientifico "Zamenis longissimuse") che sono due dei serpenti presenti nelle nostre zone.

Il Biacco (di colore nero striato sul dorso, con il ventre giallo chiaro) si trova di frequente nelle campagne e nei giardini, sia in terreni rocciosi, secchi e soleggiati, sia in luoghi pi umidi come le praterie e le rive dei fiumi.

Il Saettone (di colore dal rosato al giallo-verdastro striato sul dorso, con il ventre chiaro) si trova nei boschi e aree di campagna ricche di vegetazione ma senza umidit.

Biscia in modo generico in reggiano "bsa" e serpente "serpint" o "sarpint"

La parola "magnn" in reggiano viene usata anche per indicare il magnano (l'artigiano del ferro battuto) o anche il mignattaio che un uccello simile a l'airone.

Buongiorno, cortesemente mi pu dire, come si scrive:
- anche alle pulci viene la tosse -
Grazie infinite
Claudio

 

Salve Claudio,

questa la traduzione

 

"nch al plghi 'gh vn la ts".

Buongiorno....come posso tradurre "che schifo di camicia"..... che schiva ed Camisa?

Jjmmy

 

Buongiorno Jjmmy, quasi giusto mancano gli accenti:

 

"che schva 'd camşa".

Vorrei sapere il significato di cudreign o scudreign.

Grazie Roberto

 

Salve Roberto, questo il significato:

"
Cudrgn": duro, legnoso; coriaceo, fibroso, stopposo (detto di carni); duro da cuocere.

Salve,
Tra colleghe  sorta una curiosit, come si chiamano le lenzuola in dialetto reggiano? Linsol o ninsol?
 

Salve,

le lenzuola in reggiano si chiamano sia Linsō che Ninsō (plu.): lenzuola, Linsōl e Ninsōl (sing.): lenzuolo. I vocaboli sono validi entrambi l' uso di un vocabolo o dell'altro dipende dall'abitudine e dalla zona di residenza.

Salve 
La frase" apro la finestra tutta " puo' essere pronunciata: arves la fnestra in sband .
Scusate se sicuramente ho scritto male
Grazie

 

Salve,

esatto "apro la finestra tutta " o "spalanco la finestra" si traduce: "arvs la fnstra in şbnd"

Prma prt